Personale medico che guarda il visitatore di www.penimaster.it oppure che sta discutendo

Rapporto medico Prof. Dr. Gottfried Lemperle su PeniMaster®PRO (2)

L'uso di PeniMaster PRO nelle operazioni di allungamento e ingrossamento del pene

Tra i prodotti di cui sono a conoscenza, che mi sono stati presentati nel corso di congressi o su internet, vi è un solo dispositivo che soddisfa i criteri sopra descritti: PeniMaster PRO, prodotto dalla MSP Concept GmbH & Co. KG di Berlino (Germania), prodotto medicale di classe I.

Il fissaggio per il glande, di forma anatomica, può essere applicato tramite un'asta o una cinghia portatile di tipo diverso per allungare il pene. Il sistema a cinghie appare a prima vista più flessibile e l'asta, quando lo si indossa, non è particolarmente rigida. Tuttavia l'asta può essere applicata solo due-tre settimane dopo gli interventi di allungamento, in quanto l'anello di fissaggio spingerebbe sul tessuto cicatriziale fresco che si forma dopo la separazione dei legamenti del pene (suspensorium).

Fondamentalmente, un espansore per il pene riveste un particolare interesse in questo tipo di operazioni di allungamento, per controbilanciare l'accorciamento del pene a motivo della retrazione del tessuto cicatriziale. In questo caso, può essere utile la variante con sostegno dell'espansore tramite cinghia al ginocchio (verticale verso il basso) o a spalla (obliquo verso l'alto).

Con l'espansore a campana possono formarsi gonfiori del prepuzio, se questo viene avvolto dalla camera a vuoto, oppure possono verificarsi vesciche o lividi. Di solito questi problemi insorgono quando il paziente applica - senza che ve ne sia necessità - importanti forze a vuoto o di trazione generate dal sistema, senza essersi abituato. Tale effetto viene contrastato con il ricorso a una membrana adattiva, che racchiude automaticamente il glande all'atto dell'aspirazione nella camera. Tuttavia, il paziente deve adattarsi progressivamente, nell'arco di due settimane, al trattamento di allungamento e a maggiori forze di trazione.

Va sottolineato che nel sistema PeniMaster PRO la citata membrana del glande, quando si indossa il dispositivo, si adegua in maniera dinamica e non scivola via a causa dell'umidità (o del sudore). Ciò dimostra che tra il glande e la camera del glande vi è un'effettiva corrispondenza di forma e non vi è un collegamento forzato. Al contrario, è prevista l'applicazione di un olio di silicone a media viscosità tra la membrana e il glande per garantire maggiore comfort e una maggiore tenuta.

Considerando che con PeniMaster PRO gli effetti avversi sono eliminabili tramite il suo corretto utilizzo e si risolvono rapidamente nel momento in cui si sospende il trattamento, ritengo commisurato il rapporto rischio-beneficio di questo innovativo dispositivo e lo consiglio per l'utilizzo pre- e post-operatorio come unica possibilità a me nota al momento.

Bibliografia

  1. Nabil N, Hosny H, Kadah A, Shamloul R. Evaluation of surgical outcome of penile augmentation and lengthening procedures. Urol Int. 2013;90:465-469
  2. Shirvanian V, Lemperle G, Araujo Pinto C, Elist JJ. Shortened penis post penile prosthesis implantation treated with subcutaneous soft silicone penile implant: case report. Int J Impot Res 2013;10:100-104
  3. Elist, JJ, Shirvanian V, Lemperle G. Surgical treatment of penile deformity due to curvature using a subcutaneous soft silicone implant: Case report. Open J Urol 2014;4:91-97
  4. Casavantes L, Lemperle G, Morales P. Penile Girth Enhancement with PMMA-based soft tissue fillers. Accepted by the Journal of Sexual Medicine
  5. Lemperle G, Elist JJ, Safety and Effectiveness of the Elist-Silicone-Implant for Penile Augmentation. Submitted to the Journal of Sexual Medicine

Prof. Dr. Gottfried Lemperle
Chirurgo plastico
Francoforte sul Meno

Prof. Dr. Gottfried Lemperle

Prof. Dr. Gottfried Lemperle

(Curriculum Vitae)