PeniMaster per l'ingrandimento del pene nel dettaglio
PeniMaster PRO Logo

PeniMaster®PRO Sistema di base

Prova della forza di adesione

  • Adesione: forza fisica di legame a livello molecolare.
  • Prova su due lastre di vetro in contatto superficiale con il mezzo di contatto
  • Forza di tenuta con superficie di contatto 76x26mm circa 2,5Kg
03:50

Prova delle forze di adesione tramite il liquido di contatto ProMaster Comfort&Care.


Che cos'è l'adesione?

L'adesione è una forza fisica che collega materiali diversi a livello molecolare. Per ottenere questo risultato, le molecole di entrambi i materiali devono essere portate in stretta vicinanza l'una all'altra, cioè in intimo contatto superficiale. In presenza di superfici materialmente idonee e molto lisce (ad esempio, la pellicola protettiva in plastica sul display di un telefono cellulare), è possibile generare forze adesive sufficientemente forti già con una leggera pressione.

Tuttavia, anche tra superfici meno o solo apparentemente lisce o materialmente poco adatte a questo scopo, si possono realizzare legami adesivi anche consistenti introducendo del liquido tra i corpi (ad esempio tra lastre di vetro). Anche la modalità d'azione degli adesivi si basa, almeno in parte, sull'adesione.

Scopo dell'esperimento:

  1. Per illustrare l'adesione come forza fisica.
  2. Dimostrare la formazione di un'adesione attraverso il fluido di contatto tra corpi.

Descrizione dell'esperimento e procedura

  1. Una lastra di vetro piatta (100x100x5 mm) viene fissata a un piano di lavoro con quattro ventose bifacciali (diametro: 35 mm) utilizzando una pressione negativa.
  2. Due supporti a ventosa (diametro: 20 mm) sono fissati alle estremità esterne di una seconda lastra di vetro (vetrino per microscopia, 76x26x1,0 mm) mediante pressione negativa, attraverso la quale viene spinto un perno di collegamento.
  3. Le lastre di vetro vengono premute l'una contro l'altra prima senza, poi con il liquido di contatto PROMaster Comfort&Care (olio di silicone di media viscosità).
  4. Nota: per dimostrare che le lastre di vetro non sono incollate tra loro, vengono spostate orizzontalmente l'una contro l'altra.
  5. Per mezzo di una bilancia a molla (intervallo di visualizzazione: 0-2500 g) agganciata al centro del perno di collegamento, si determina la forza necessaria per staccare verticalmente le due lastre di vetro l'una dall'altra.

Osservazione:

  • a) Senza contatto con il fluido PROMaster Comfort&Care, entrambe le piastre di vetro si staccano l'una dall'altra senza che si noti una deflessione del bilanciere a molla.
  • b) Con il liquido di contatto PROMaster Comfort&Care tra le lastre di vetro, entrambe le lastre di vetro si staccano l'una dall'altra con una forza di trazione di circa 2450 g (circa 2,5 kg).

Interpretazione / Conclusione

Sebbene le lastre di vetro siano portate a stretto contatto (piano) l'una con l'altra, non si verifica alcuna adesione apprezzabile a causa delle specifiche proprietà del materiale. Le forze adesive misurabili e considerevoli sono quindi create solo dall'agente di contatto PROMaster Comfort& Care.

Significato e generazione di adesione per l'espansore del pene PeniMaster PRO

Il fluido di contatto PROMaster Comfort&Care è un lubrificante sintetico che può raggiungere forze adesive considerevoli quando due oggetti sono in intimo contatto superficiale, che sono circa cinque volte superiori a quelle dell'acqua (non documentate nel video test, ma verificabili nello stesso set-up di prova). La superficie di contatto delle lastre di vetro utilizzate nel test corrisponde approssimativamente alla superficie interna di massimo adattamento della membrana di adesione che fissa il pene nella camera del glande di PeniMaster PRO. Poiché c'è anche un intimo contatto superficiale tra due oggetti (glande e membrana), il glande non scivola fuori dall'espansore del pene nonostante la lubrificazione, ma viene anche tenuto in posizione in modo adesivo, oltre a un'efficace pressione negativa e a un fissaggio positivo.



PeniMaster 100% di rimborso
20%